Come usare le immagini nell’email marketing

Come usare le immagini nell'email marketing: i consigli utili per ottimizzare le foto

Usare le immagini nell’email marketing è un passaggio fondamentale. Foto di qualità aumentano l’efficacia del messaggio, attirano l’attenzione e rendono immediatamente comprensibile un concetto astratto. Con una semplice occhiata e il lettore capirà cosa aspettarsi dal testo scritto.

Certo, inserire le immagini in una email è cosa buona e giusta. Tuttavia, la strada migliore è quella della pertinenza e dalla moderazione per evitare l’attivazione dei filtri antispam.

Ma ci sono alcune regole da seguire per aumentare le performance della newsletter. Per intenderci, l’estetica e buona risoluzione da sole non bastano. Ecco perché in quest’articolo voglio darti qualche consiglio su come usare le immagini nell’email marketing.

Utilizza immagini leggere

Hai deciso di inserire le immagini nella email? Bene. Ora assicurati che non siano troppo pensanti tanto da allungare i tempi di caricamento del messaggio. Ricorda che l’ampiezza della banda non è infinita, così come la pazienza del lettore.

Il mio consiglio? Verifica che la risoluzione della foto sia di 72 dpi (punti per pollice). Poi devi ridurre il peso delle immagini, cerca di non andare oltre i 50 KB. E presta attenzione al giusto formato da scegliere tra JPG, GIF, PNG. Leggi anche: 4 modi per usare le gif nelle email e attirare l’attenzione.

Inserire il Tag Alt nelle immagini

Quando decidi di usare le immagini nell’email marketing tieni in considerazione anche i client di posta. A volte questi strumenti sono impostati in modalità default e non vedono le foto. Nel peggiore dei casi, sono gli stessi utenti che hanno disabilitato la visualizzazione delle foto. Risultato: rischi che le immagini del tuo logo o dei tuoi prodotti siano compromesse. Come risolvere? Con gli attributi tag alt e il title.

L’Alt (testo alternative) descrive l’immagine e la sua funzione. Questo fattore è molto utile se il visual non carica correttamente. O per chi legge il messaggio senza scaricare le foto. Senza dimenticare che l’attributo alt rende le immagini accessibili anche per gli utenti con disabilità. L’attributo Title, invece, definisce il titolo dell’immagine. Viene visualizzato quando ci passi sopra il mouse.

Attenzione alle dimensioni

Prima di inserire le immagini nella email assicurati che abbiano le giuste dimensioni (larghezza e altezza). Hai capito bene. Il visual deve essere ottimizzato per il messaggio di posta elettronica. Altrimenti, rischi di avere un’immagine più grande e pesante. Oppure più piccola e di cattiva qualità.

Usare le immagini nell’email marketing in questo modo altererà l’impaginazione, avrà delle ricadute in termini di velocità di caricamento e non ti permetterà di raggiungere i tuoi obiettivi. Il mio coniglio? Utilizza un programma per ritagliare immagini online. Puoi sfruttare: Pixlr, Befunky, Resizeimage.

Immagini come sfondo dell’email

Inserire le immagini come sfondo nel messaggio della email può andare bene per rafforzare il tuo brand. Ma questo passaggio deve essere effettuato con cautela. La foto deve avere uno sfondo chiaro e pulito. Al contrario rischi di minare la leggibilità del testo. Ma non solo. Le immagini colorate, ad esempio, sono da evitare perché distraggono il lettore.

Usare le immagini nell’email marketing

In quest’articolo ti ho dato qualche consiglio per usare le immagini nell’email marketing: devi fare attenzione al peso, alle dimensioni, agli attributi alt e title e alle immagini come sfondo del messaggio. Tu come ottimizzi le foto nella strategia di email marketing? Lascia la tua risposta nei commenti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *