Ricetta SEO in arrivo...

Alla scoperta di Facebook Audience Insights

Analizzare il pubblico in Facebook

Una delle principali difficoltà che si incontrano quando si mette piede in Facebook Ads è identificare il target ideale.

Ciò che può apparire banale – conosci il tuo cliente, giusto? – rischia di pregiudicare nettamente l’esito delle campagne.

Costruire segmenti di Pubblico in Facebook Ads è semplice. Tuttavia, è altrettanto importante valutare in forma preliminare un target potenziale prima di procedere oltre. A questo serve Facebook Audience Insights.

Oggi ti racconto come può esserti estremamente utile.

Alla scoperta di Audience Insights

Facebook Insights sul pubblico

Per prima cosa, un chiarimento: Audience Insights non è un’alternativa allo strumento di creazione e gestione dei segmenti di pubblico presenti nel Gestore Inserzioni.

Piuttosto, è un utile complemento che ti permette di ragionare sulla forma di un target ideale valutando velocemente più ipotesi, identificando tratti comuni alle persone che vogliamo raggiungere.

In Audience Insights puoi lavorare su:

  • Tutto il pubblico in Facebook
  • Solo le persone connesse a una tua pagina
  • Un pubblico che hai creato in precedenza

L’idea è semplice: costruire passo-passo un pubblico personalizzato che si basi su condizioni quali:

  • Luogo
  • Età
  • Genere
  • Interessi
  • Connessioni alle tue pagine

e in linea di massima tutto ciò che rappresenti un comportamento o sia legato alla demografica che solitamente ritroviamo nella fase di gestione del target delle campagne. Vale a dire lingua, situazione sentimentale, istruzione, lavoro e molto altro ancora.

Perché usare Audience Insights

Perché usare Audience Insights prima ancora di entrare nel Gestore Inserzioni?

Perché più che un semplice configuratore, lo strumento offre un dialogo vero e proprio con le informazioni rese disponibili sul social network, a cui possiamo attingere per indirizzare al meglio le nostre campagne.

Lavorando sul tool, mano a mano che andiamo a inserire parametri come anche il solo Luogo, sulla destra vengono restituite informazioni legate a:

  • la demografica più precisa, attiva in quel contesto
  • le categorie di pagina e le pagine con più Mi Piace
  • il luogo più preciso
  • le attività (Mi Piace, Commenti, Condivisioni, …) in corso

e, solo per gli Stati Uniti:

  • la composizione del nucleo familiare
  • le abitudini d’acquisto

L’errore che spesso si compie è considerare Audience Insights come un solo tool in cui restringere un target che già abbiamo in mente e salvarlo per poi farne uso nel Gestore Inserzioni. La realtà, come dicevo, è ben più interessante.

Audience Insights richiede un approfondimento progressivo.

Un esempio concreto

Facciamo un esempio. Ipotizziamo di voler attivare una serie di campagne legate a prodotti come creme per il corpo, per un target femminile di cui conosciamo poco o nulla.

Potrei iniziare in Audience Insights a raffinare un pubblico residente in Italia (il luogo di destinazione), lasciando oscillare l’età tra 18 e 65+ anni. Potrei, ancora in forma preliminare, scegliere un Interesse Aggiuntivo come appunto “cura del corpo”.

Senza fare altro, sulla destra il tool mi avrà già restituito precisi dati demografici legati alla:

  • reale distribuzione dell’età e del genere
  • la situazione sentimentale
  • il livello di istruzione
  • il titolo professionale

di tutte le persone coinvolte nel mio primo filtro. Potrò anche rendermi conto, nella sezione “Mi Piace”, delle categorie di pagina e delle pagine più pertinenti per il pubblico evidenziato. In “Attività”, quanto questo reagisce alle inserzioni e quali i dispositivi che usa.

Informazioni fondamentali per reintrodurre nei miei filtri, sulla sinistra, restrizioni più precise o decidere di architettare le mie campagne solo su uno specifico fronte; un dispositivo, una lingua, un luogo.

Gli Insights del pubblico di Facebook sono uno strumento prezioso per scandagliare in profondità un target ottenendo velocemente spunti sulla direzione delle proprie campagne.

Ne hai mai fatto uso?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *