Come Impiegare al Meglio il Puntamento Geografico in Facebook Ads

Gestire il target geografico in Facebook Ads

Quando lavoriamo sulla costruzione di un Pubblico in Facebook Ads, uno degli aspetti più sottovalutati riguarda la componente geografica.

Sai, la porzione “luoghi” che in qualche modo avvia tutta la riflessione sul target di destinazione per i nostri annunci.

Siamo spesso così concentrati sulla definizione degli aspetti principali della demografica (età, genere, lingua, interessi) che trascuriamo ciò che può determinare grandemente l’efficacia della campagna.

Oggi ti voglio raccontare come impiegare al meglio la restrizione geografica del target in una campagna Facebook Ads.

Comprendere la sezione Luoghi

In primo luogo, la precisione. Sotto alla tendina “Tutte le persone in questo luogo”, troviamo altre tre importanti condizioni di partenza per raffinare il target geografico:

  • Le persone che vivono in questo luogo
  • Le persone che di recente si trovavano in questo luogo
  • Le persone che viaggiano in questo luogo.

Variare questa condizione di partenza può cambiare drasticamente il numero di persone rese disponibili nel target, così come coinvolgere persone molto meno interessate alla nostra attività.

Un esempio? Se offriamo un servizio di car sharing, potremmo essere tentati di colpire luoghi come stazioni e aeroporti con un messaggio pubblicitario mirato proprio in Facebook.

In questo caso l’opzione migliore da cui partire è “Persone che viaggiano in questo luogo”, che copre tutti coloro che si trovano nella zona designata ma la cui casa dista più di 200km. Viaggiatori reali, insomma, e non solo tutti coloro compresi nel raggio sulla stazione o aeroporto ma “semplici” residenti.

Come gestire luoghi in Facebook Ads

Attraverso l’opzione “Persone che vivono in questo luogo” colpiamo invece tutti gli utenti la cui abitazione si trovi nell’area indicata. Utile per scremare al contrario i viaggiatori parlando a un pubblico di soli residenti sul territorio. Se la tua campagna ADV è rivolta a un centro commerciale, probabilmente avrai bisogno di raccogliere in un target solo coloro che possono essere tecnicamente interessati a fare la spesa da te.

La differenza tra “Tutte le persone in questo luogo” (l’opzione predefinita) e “Le persone che di recente si trovavano in questo luogo” è sottile e si può riassumere così: nel primo caso colpiamo tutte le persone la cui abitazione o posizione recente era nella zona indicata. Nel secondo, solo coloro che di recente si trovavano nella zona ma la cui abitazione non era nella zona indicata.

Come vedi, a seconda del tipo di campagna che hai in mente di erogare, ancora molto prima di lavorare sulla demografica completa, semplicemente scegliere la precisione tra residenti, viaggiatori o “presenti” sul territorio fa la differenza.

La mappa

A questo punto, è bene ricordare un piccolo mantra del buon marketing: noi non vendiamo a tutti. In particolare modo, non tutte le zone sono uguali tra loro.

All’interno di uno stesso stato, regione e persino città esistono sostanziali differenze tra le zone su cui puoi erogare la tua campagna.

In aula faccio spesso un esempio: se vendi auto di lusso, semplicemente scegliere la regione Piemonte – perché un’auto di lusso la vogliono tutti, alla fin fine – non è affatto efficace. Colpire con la stessa forza il centro di Torino e zone periferiche potrebbe non essere la scelta giusta.

L’obiettivo è ragionare quanto più specificatamente possibile su zone simili tra loro, efficaci in relazione alla proposta ADV che riceveranno. È al budget disponibile, naturalmente. Più specifica l’attività, più alto il budget che potremmo aver bisogno di erogare.

In Facebook Ads, puoi includere o escludere luoghi indicando:

  • Stato, regione o città
  • Puntina sulla mappa
  • CAP
  • Indirizzi
  • Aree geografiche

Vediamo alcune opportunità nel dettaglio.

Stato, regione o città

Con la premessa di cui sopra, risulta ben poco utile cercare di erogare un’attività ADV in tutta Italia. Anche ottenendo risultati potenzialmente interessanti, si avrà sempre bisogno di scendere in più campagne verticali su specifiche regioni e città, seguendo le performance degli annunci nel tempo.

Indicando uno stato o regione, le opzioni sono ben poche, se non la semplice inclusione o esclusione dell’intera area. Indicando una città, il raggio minimo può venire impostato su 17 km e il raggio massimo su 80 km.

Puntina sulla mappa

Un aspetto che spesso sfugge è dato proprio dal raggio. Se indicando una città il raggio minimo è di 17 km, facendo uso del piccolo pulsante “rilascia puntina” in basso a destra sulla mappa è possibile puntare un qualunque punto sulla mappa e gestire un raggio sino a un minimo di 1 km.

Ciò è piuttosto utile per costruire un insieme di località, con raggi molto piccoli, in grado di descrivere una zona geografica difficilmente identificabile in una sola città o serie di città.

CAP

Altre volte è piuttosto utile colpire un insieme di CAP che compongono una precisa zona (o serie di zone) in un colpo solo. In questo caso naturalmente la componente raggio non è presente.

Indirizzo

Una vera chicca. Se la tua campagna è legata a prodotti disponibili sul territorio – una pizzeria d’asporto, perché no? – puoi colpire un preciso indirizzo o serie di indirizzi e impostare un raggio (minimo 1 km anche in questo caso) su di essi.

È una funzionalità che non si coglie al volo perché l’indirizzo va digitato nel modo più completo possibile, comprensivo di CAP e città in modo che il sistema possa ritrovarlo al meglio e non restituire un semplice messaggio di errore.

Aggiunta di luoghi in gruppo

E nel momento in cui avessimo bisogno di caricare più luoghi in blocco? In basso a sinistra, sotto alla mappa, è sempre presente la voce “Aggiungi più luoghi contemporaneamente”.

Avremo così modo di copia-incollare i diversi tipi di luogo accettati dal sistema da una qualunque lista, purché conforme alle specifiche richieste da Facebook Ads.

Dove vuoi colpire i tuoi utenti?

Se quando si parla di ADV la domanda spesso è “chi vuoi colpire?”, nei primissimi momenti della fase di costruzione del pubblico diventa altrettanto importante dove vuoi colpire i tuoi utenti.

Modifiche anche minime sulla precisione del puntamento geografico del target o dell’approccio alla mappa possono fare grande differenza nel numero di utenti raggiungibili.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *