Sul social blu arriva Facebook Stories: contenuti che scompaiono dopo 24 ore

 Facebook Stories: logo social

Dopo un breve periodo di prova in Polonia con il nome di Messenger Day, anche in Italia arriva Facebook Stories. La funzione – inspirata a Snapchat – è stata lanciata pochi giorni fa ed è molto simile a quella che puoi trovare su Instagram. Cosa puoi fare con Facebook Stories? Condividere con i tuoi amici foto e video che scompaiono dopo 24 ore.

Per attivare questo strumento basta aggiornare l’app del social blu disponibile sia per Android che per iOS. D’altro canto, una novità del genere non è una sorpresa, le Instagram Stories sono molto apprezzate sul social riservato alle immagini. Probabilmente i vertici della società hanno pensato di replicare il successo ottenuto.

Ti lascio alle parole del CEO del social più famoso del mondo. Mark Zuckerberg in una nota ha sottolineato le motivazioni che hanno spinto l’azienda di Menlo Park a rilasciare la soluzione dedicata ai contenuti visual:

Non molto tempo fa la comunicazione avveniva esclusivamente tramite lo scambio di messaggi di testo, mentre con l’arrivo di foto e video gli utenti hanno iniziato a condividere maggiormente contenuti visivi. Oggi infatti le persone vogliono condividere i loro messaggi in maniera creativa e spontanea. Contenuti che, inoltre, risultano istantanei e non devono necessariamente durare per sempre.

Il nuovo aggiornamento porta con sé anche la funzione Direct che arricchisce le potenzialità della fotocamera in app del social, ma procediamo con ordine. Vediamo come utilizzare nel miglior modo possibile Facebook Stories.

Come funziona Facebook Stories?

Le Storie si trovano nella parte alta della home in una specifica tab. Quindi niente panico, l’incolumità del tuo News Feed è salva. Per avviare l’update sfiora l’icona sulla sinistra in cima alla bacheca. La noti subito, è un cerchio che racchiude l’immagine del tuo profilo. Come puoi osservare, il suo funzionamento ruota attorno alla fotocamera che scatta foto e registra video. Puoi aggiungere filtri, adesivi, tag sui volti e altri effetti per rendere più coinvolgente il contenuto, attirando l’attenzione dei tuoi contatti.

Facebook Stories

Con un tap sulla tua Facebook Storia gli utenti potranno vederla e risponderti in maniera diretta. Ti piace l’idea, vero? Le persone guardano quello che vuoi comunicare ma per poco tempo, un solo giorno. E così, puoi anche lasciarti andare alla pubblicazione di contenuti più leggeri o che non hanno bisogno tante spiegazioni per essere compresi. Ma c’è un modo per conservare o rendere permanenti le tue Facebook Stories? La risposta è sì. Basta pubblicarle come un normale post sulla bacheca.

Per approfondire: Facebook, video di 7 secondi al posto della foto profilo

L’opzione Direct

Insieme all’update riservato alle Facebook Stories è stata attivata anche l’opzione Direct. Di cosa si tratta? Con questa soluzione condividi una foto o un video solo con contatti selezionati che sarai tu a decidere. Hai capito bene. Il tuo contenuto non diventa per forza pubblico. Anche in questo caso, Instagram è stato un buon esempio da seguire. Infatti sul social destinato alle immagini l’alternativa Direct è presente da diverso tempo e con successo.

Tu stai usando Facebook Stories?

In questo articolo ho provato a spiegarti cos’è e come funziona Facebook Stories. Con questa funzione Zuckerberg continua la sua battaglia contro Snapchat, suo acerrimo rivale. Ma non solo. Prova ad attirare il pubblico più giovane, dimostrando che il social per eccellenza non è qualcosa di statico, scandito da regole fisse ma una realtà in grado di meravigliare. Ora tocca a te. Stai sfruttando Facebook Stories? Cosa ne pensi? Lascia la tua riposta nei commenti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *