Come ottimizzare le immagini del tuo ecommerce

Ottimizzare le immagini di un ecommerce è il tuo punto di partenza per ottenere una scheda efficace? Non proprio, o meglio: ci sono degli aspetti più importanti da considerare per la struttura stessa del portale. Ma di sicuro le foto possono fare tanto nell’equilibrio generale del tuo progetto.

Come ottimizzare le immagini del tuo ecommerce

Questo significa che la scheda è il punto decisivo per trasformare il singolo utente da visitatore a cliente. Per migliorare questo passaggio devi sfruttare un copy efficace, devi lavorare con i rich snippet e la SEO on-page per fare in modo che tutto il traffico arrivi al punto giusto. Senza dimenticare le azioni di retargeting e remarketing, di up-selling e cross-selling: devi chiedere di più al tuo pubblico.

La vendita online è una scienza, ma da qualche parte devi iniziare. Certo, ottimizzare le immagini di un ecommerce non è il punto decisivo della strategia. Ma ti assicuro che puoi fare tanto con una serie di attenzioni che ogni specialista può consigliarti e mettere in pratica per dare al tuo shop una marcia in più.

Da leggere: ottimizzazione SEO on-page di un ecommerce

Scegli il formato ideale per le immagini

Attenzione al tipo di file che decidi di caricare sulle schede. Per le foto professionali con tante sfumature di colore devi usare il JPG, mentre per le grafiche è meglio puntare sul PNG. Mentre le soluzioni animate sono GIF. Questa suddivisione è ideale per ottenere il miglior risultato e proporre sempre qualità.

Carica immagini leggere: la velocità conta

Soprattutto su un e-commerce. Non puoi ignorare questo punto: quando carichi le immagini sulla scheda assicurati che siano compresse. Non esiste una dimensione minima o massima, tutto dipende dalla qualità dello scatto o della creatività. C’è da dire che, in ogni caso, avere delle immagini di qualità vuol dire accettare del peso in più ma andare incontro alle necessità di chi vuole ispezionare un bene nei dettagli. Per questo io ti consiglio di lavorare con il Page Speed Insight di Google.

In questo modo puoi trovare punti importanti da ottimizzare. Subito dopo puoi prendere delle decisioni specifiche. Ci sono plugin WordPress come Smush.it che sono perfetti per ottimizzare le immagini ecommerce perché intervengono direttamente sul visual, anche su quello caricato in precedenza.

Il risultato è semplice: foto alleggerite in un attimo, senza intervento. In ogni caso io preferisco caricare foto già alleggerite, per questo uso sempre Optizilla, uno dei migliori tool per togliere peso inutile.

Cura ingrandimenti e rotazioni immagini

Questo è un passaggio importante per migliorare le immagini da una prospettiva legata all’user experience. Vale a dire l’esperienza utente che arriva sulla scheda e vuole capire se questa è la soluzione adatta. Qual è il vantaggio di un acquisto in un negozio fisico? Puoi toccare l’oggetto.

Soprattutto puoi guardarlo da vicino per capire come è fatto, quali sono le sue caratteristiche e i punti di forza o di debolezza. Vuoi ottimizzare le immagini di un ecommerce? Le foto devono essere in grado di ingrandirsi e ruotare per permettere alle persone di scoprire ogni dettaglio del prodotto o del bene.

Ottimizza immagini per la SEO e per i lettori

Ottimizzazione SEO delle immagini, cosa fare per lavorare bene? La risposta è semplice e si delinea attraverso i punti di questa lista. Una lista che non deve essere presa come un modo per ripetere ovunque la stessa keyword, ma come un canovaccio per descrivere la foto che stai caricando sulla scheda nel miglior modo possibile, senza improvvisazioni e con l’idea di ottimizzare per la SEO.

  • Inserisci il testo alternative.
  • Dove necessario usa didascalie descrittive.
  • Nomina il file immagine con termini utili.
  • Se necessario usa l’attributo title.

Questi consigli aiutano il motore di ricerca a capire il visual che stai usando nelle schede. Ma soprattutto ricorda di lavorare per semplificare la vita. Superfluo mettere la stessa didascalia a tutte le foto dell’album, descrivi gli scatti con termini necessari e comprensibili. Ma soprattutto utili.

Ora mi dirai: ma ci vuole più tempo per fare questo. Anzi, devi fare un vero e proprio investimento. Lo so, ma nessuno ha mai detto che ottimizzare le immagini di un ecommerce sarebbe stato semplice.

Scegli immagini descrittive e uniche

Detto in altre parole, paga un professionista per un servizio fotografico pensato per il tuo progetto, non ti accontentare di poche immagini rubate dal sito ufficiale o dal manuale ufficiale. Le immagini sono un codice comunicativo importante, e se vuoi superare la distanza tra shop online e negozio fisico devi fare in modo che i clienti possano ammirare il bene. Solo un’immagine di qualità può darti tutto questo, ecco perché devi scegliere immagini in grado di descrivere ciò che vendi in modo unico ed efficace.

Da leggere: come migliorare una scheda Prestashop

Vuoi ottimizzare le immagini di un ecommerce

Immagino già la risposta: sì, voglio migliorare le foto dell’ecommerce per fare in modo che le persone possano ammirare il prodotto e scegliere a mio favore. Quindi si possano decidere ad acquistare il bene o il servizio. Per fare questo hai bisogno di un professionista che ti aiuti a lavorare con le immagini, se non hai le competenze necessarie per ottenere un buon risultato rischi di fare un buco nell’acqua.

Perché Le immagini sono un mezzo di comunicazione potente, raccontano ciò che hai deciso di mettere in vendita e lo fanno con forza. Ma solo se riesci a comunicare con il pubblico. Avere un buone foto sulle schede ecommerce è una condizione essenziale per ottenere dei risultati interessanti. Sei d’accordo? Vuoi aggiungere la tua esperienza nei commenti? Lascia le tue opinioni e i tuoi punti di vista.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *