Come usare Instagram per spingere i contenuti

Vuoi dare una marcia in più alla tua strategia di content marketing? Devi capire come usare Instagram per spingere ciò che pubblichi, perché questo può essere una canale per dare visibilità alla tua opera.

Come usare Instagram

Sembra facile. In realtà non è così scontato il lavoro di chi deve sfruttare Instagram per andare oltre la semplice pubblicazione di foto con filtri. Sai bene che questo social supera le classiche logiche di chi lancia link sulla bacheca con la speranza che qualcuno clicchi. Qui devi affinare l’ingegno.

Soprattutto, devi lavorare in modo da attirare il pubblico verso il tuo lavoro di content editor. Non è indispensabile spingere link nello stream per avere buoni risultati. Questo vale anche se vuoi sfruttare lo strumento visual in questione per promuovere la tua attività di publisher. Allora, come usare Instagram per promuovere i contenuti? Continua a leggere per avere le risposte che stai cercando.

Da leggere: Instagram e strumenti per il marketing

Crea delle immagini per visual quote sintetiche

La prima possibilità che ti viene offerta nel momento in cui ti chiedi come usare Instagram per pubblicizzare i tuoi contenuti: creare un calendario di visual quote da usare per spingere i titoli.

Ma di cosa sto parlando esattamente? Cosa sono queste visual quote? Mi riferisco a immagini create per mettere in evidenza una frase, un concetto espresso da un’altra persona o dal mio contenuto (quote, in inglese, significa citazione), attraverso un lavoro grafico. Potresti usare uno sfondo a tinta unita, o magari un pattern compatto con uno sfondo adatto per accogliere una scritta.

Questa citazione verrà usata per introdurre l’articolo o la tua creazione legata all’attività di content marketing. Ovviamente la didascalia deve essere usata per spiegare ai follower dove trovare la pubblicazione. Nella maggior parte dei casi la soluzione migliore è quella che consente di raggiungere il lavoro cliccando sul link della bio. E puoi suggerire al pubblico di cliccare per leggere.

Quali sono le migliori app per creare visual quote su Instagram? Di sicuro puoi aggiungere alla lista Canva che ha un formato specifico e decine di modelli già pronti per generare creatività. A questo tool si affianca Pablo di Buffer, app che consente di aggiungere del testo su un’immagine o uno sfondo. Anche in questo caso hai già il formato Instagram pronto. Così devi dare solo sfogo alla tua creatività.

Ci sono i mini-video per anticipare il contenuto

Instagram consente di lanciare dei mini-video sul profilo. Massimo un minuto, ecco il tempo che hai a disposizione in questi casi. A cosa servono questi contenuti nella tua strategia promozionale?

Li puoi usare per anticipare, per spiegare cosa stai per mettere online. In questo modo puoi lavorare su un teaser efficace, in grado di fare la differenza. E di muovere l’attenzione di chi ti segue.

mini-video instagram

Ecco un esempio di mini-video sull’account Unbounce.

In che direzione? Ovvio, verso i contenuti che metterai online. Quali sono le migliori soluzioni per i mini-video su Instagram? Ci sono diversi software per montare video, e se hai un programma per caricare i contenuti da PC come Onlypult puoi lavorare direttamente da desktop. Da mobile, invece, puoi usare una serie di app molto interessanti. Qualche nome:

  • VivaVideo.
  • Pinnacle Studio.
  • Magisto.
  • KineMaster.

Per velocizzare la creazione di GIF e mini-video puoi usare Legend, applicazione rapida e immediata per generare delle clip con headline e visual come base. Questa è una buona soluzione per dare ai follower un anticipo di ciò che stai per pubblicare sul blog o su altri canali che stai sviluppando.

Sfrutta le Instagram Stories per fare storytelling

C’è un canale alternativo alla pubblicazione di foto sul profilo. Sto parlando delle Instagram Stories, sequenze di immagini e video da riunire in un unico flusso che puoi usare per creare un percorso narrativo. L’aspetto interessante delle storie riguarda la possibilità di fondere codici differenti.

Come i già citati contenuti visual insieme al testo. Attraverso questo percorso puoi raccontare cosa succede dietro le quinte, cosa fai durante la creazione dei contenuti e quali fonti prediligi. Inoltre, come puoi vedere anche dall’esempio in basso, le storie possono essere messe in evidenza.

Instagram Stories

Sfrutta le Instagram Stories come fa Hubspot.

Puoi sfruttare l’elasticità offerta da questo canale per creare delle piccole rubriche dedicate ai consigli del mestiere o raccontare come è nato un contenuto. Lasciando la possibilità a chi ti segue di commentare con domande specifiche. Alle quali, ovviamente, risponderai senza fare economia di dettagli.

Usa la IGTV per raccontare la tua attività

La nuova IgersTV, il canale televisivo degli utenti Instagram, è perfetta per raccontare al pubblico cosa fai, come ti muovi e cosa hai deciso di pubblicare. Qui puoi tenere una sorta di diario video per raccontare la tua attività di publisher. Puoi usare questo formato per informare i follower e aggiornare il pubblico rispetto a diversi argomenti collegati alla creazione dei contenuti:

  • Scelta degli argomenti.
  • Esperienze personali.
  • Difficoltà della stesura.
  • Inconvenienti e sorprese.

Potresti spiegare cosa ti ha spinto a scegliere quell’immagine del post o come hai creato quell’infografica. Il video può essere (per ora) di massimo 10 minuti, e hai tutto il tempo per dare una descrizione chiara del lavoro da svolgere. Porta il lettore nel tuo mondo grazie al formato IGTV, è una delle grandi sorprese di chi si chiede come usare Instagram al meglio.

Non dimenticare l’advertising su Instagram

Dulcis in fundo, hai anche la pubblicità su Instagram. Quando vuoi pubblicizzare un contenuto puoi farlo alla vecchia maniera, vale a dire pagando per ottenere visibilità. E, piccola rivoluzione su questa piattaforma, inserendo un link cliccabile da parte degli utenti che esce dall’applicazione.

E consente di raggiungere la pagina di destinazione con una semplicità sconosciuta ai contenuti Instagram. Ecco un modo per fare promozione delle tue pubblicazioni. Come usare questa possibilità?

La pubblicità si gestisce dal Power Editor di Facebook, le sponsorizzazioni sono centralizzate con la struttura base di Mark Zuckerberg e puoi gestire tutti gli aspetti con una precisione ben nota.

Per approfondire: Instagram e aziende, il successo di alcuni brand

Come usare Instagram per i tuoi contenuti

Vuoi sfruttare questo social basato sulle foto per spingere articoli, video, grafiche e altre pubblicazioni? Mi sembra un’ottima idea, lo devi fare però valutando con cura non solo la possibilità di click al sito (opzione possibile solo se fai sponsorizzazioni) ma anche la crescita e il rafforzamento del brand.

Le persone devono cercare il tuo nome, devono essere attratte dalla tua attività. Non basta posizionarsi su Google, devi fare in modo che il pubblico cerchi proprio te. Anche questo è inbound marketing, e puoi sviluppare diversi passaggi grazie a Instagram. Sei d’accordo? Lascia la tua opinione nei commenti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *