Google+: come usare gli Helpouts

Gli Helpouts di Google sono lo strumento ideale per chiedere aiuto ad uno specialista nel momento del bisogno o per risolvere i problemi specifici a persone che abitano anche a migliaia di chilometri da te!

Google+: come usare gli Helpouts

Se sei un Brand, usi già il web per condividere le tue esperienze professionali. Altrimenti sei alla ricerca di esperti che ti risolvano un problema. Per tua fortuna, Google ha pensato di creare un servizio ad hoc che funziona alla perfezione sia per chi ha un problema da risolvere, sia per chi è in grado di risolverlo.

Partendo dai già noti Hangouts e affinando il colpo, sono nati gli Helpouts che servono a connettere le persone che hanno bisogno di aiuto con quelle che possono fornire assistenza, comodamente via video. Tutti quindi possono trovare un esperto che risolva un problema specifico nel momento stesso in cui questo si presenta.

Sul sito dedicato (helpouts.google.com) o scaricando l’app per Android si può cercare e trovare la persona giusta e iniziare una sessione di supporto in tempo reale o schedularla per la data che si preferisce. Gli Helpouts automaticamente creeranno una connessione live uno-a-uno tra gli interessati, come se si facesse una videoconferenza su Hangout.

Per usare la piattaforma bisogna però essere registrati su Google Wallet per mettersi in condizione di poter acquistare le consulenze online, anche se non tutte le consulenze sono a pagamento!

Come si usano?

I (Personal) Brand possono utilizzare gli Helpouts come parte integrante ed integrata del loro business, utilizzandoli per mostrare la loro esperienza diretta sul campo aiutando chi ha bisogno di aiuto.

Chi ha bisogno di aiuto, può cercare e trovare facilmente chi si definisce esperto in un dato campo, invitarlo ad un Helpout, sottoponendo il proprio dubbio o il problema che necessita di risoluzione.

Il servizio è utilizzabile anche dagli studenti, quindi è un’ottima piattaforma per i professori che vogliono gestire i loro affari direttamente dallo studio di casa, mettendo insieme l’amore per l’insegnamento e il guadagno facile (e soprattutto comodo!).

Come guadagnare?

A chi decide di dare la propria disponibilità all’insegnamento viene dato il pieno controllo di gestione: è possibile organizzare delle live session sia gratuite che a pagamento; è possibile decidere la somma da farsi pagare per ogni singolo minuti o per blocchi di tempo (ad es. 20 euro per 30 minuti). E’ bene sapere che Google trattiene per sé il 20% della somma e paga gli istruttori il rimanente 80% ogni mese.

Gli Helpouts sono davvero il modo più semplice per un esperto di ampliare il proprio pubblico, migliorare il proprio Brand e guadagnare in modo semplice ed immediato! Il tutto senza bisogno di creare un nuovo sito o pagare servizi specifici senza alcuna certezza del risultato finale.

 

Che ne dici: possono interessarti? Possono essere utili? Come pensi di poterli utilizzare per il tuo Brand?

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *