Acquistare un hosting per ecommerce: quale scegliere?

C’è un grande nodo che abbraccia, da sempre, l’attività di chi opera nel settore delle vendite online: scegliere l’hosting per ecommerce. Il motivo di questo passaggio, che può diventare un piccolo dramma, è abbastanza semplice. E riguarda da vicino la necessità di avere una base solida.

Hosting per ecommerce

Molti tendono a concentrarsi sulle strategie SEO per ottimizzare una scheda ecommerce, magari lavorano sulla velocità del sito e la qualità delle immagini. Passaggi sacrosanti, ma alla fine tutto torna alle origini. E si ripresenta il problema storico. Sarà questo l’hosting utile ai miei scopi?

Difficile prendere una decisione giusta senza una riflessione profonda. Perché scegliere un hosting per ecommerce vuol dire influenzare una serie di aspetti che abbracciano l’usabilità e la SEO. Allora, da dove iniziare? Quali sono le regole per scegliere un buon servizio hosting?

Per approfondire: come aumentare le visite di uno shop online

Capacità di scalare la risorse dell’hosting

Difficile dare indicazioni precise rispetto alle possibilità da conferire all’hosting ecommerce. Lo step di partenza è chiaro ed è relativo alla necessità di dare spazio a servizi avanzati: impossibile creare uno shop online con un servizio startup. Quindi si lavora su hosting condivisi di alta gamma.

Magari puoi puntare verso qualcosa di più impegnativo e performante, come un VPS (virtual private server) ma la vera necessità arriva dalla possibilità di scalare. Il vero valore aggiunto per un progetto snello e funzionale è questo: la possibilità di dare al provider indicazioni calendarizzate.

Cosa significa? Semplice, puoi gestire le potenzialità del tuo hosting ecommerce in modo da accompagnare le richieste. Senza spreco e surplus, quindi spese inutili. D’altro canto se vuoi lavorare in questa direzione devi avere due grandi virtù che accompagneranno il tuo sito web nel tempo:

  • Conoscenza dei trend di traffico.
  • Contributo rapido del provider.

Una parte del problema può essere superato conoscendo i periodi che portano maggior traffico. Ad esempio quelli del Black Friday o del Natale. In questi periodi sai che ci sono visite in abbondanza quindi aumenti le risorse. D’altro canto hai bisogno di un servizio hosting capace di rispondere alle tue ricerche. Ma a questo punto quali sono le capacità per avere questi risultati?

Bisogna andare oltre l’hosting condiviso

Chiaro. Il massimo sarebbe avere un server dedicato ma non sempre questo è possibile. Alternative? I virtual private server (VPS) ad esempio possono offrire un sistema di settaggio personalizzato.

Dal pannello di controllo puoi gestire i picchi di traffico e aumentare o diminuire ciò che ti serve per essere online. Stesso discorso si può fare con un cloud hosting, sempre molto versatile. Queste soluzioni sono più costose di un hosting condiviso ma ti danno più sicurezza e soprattutto strumenti di gestione.

L’assistenza di un buon hosting per ecommerce

L’obbligo è quello di ottenere la possibilità di variare le risorse in base alle necessità. Oltre a questo è giusto considerare uno degli aspetti chiave di questo servizio, vale a dire l’assistenza.

Avere un team di professionisti al proprio servizio, capace di risolvere nel minor tempo possibile i problemi che possono capitale, è un valore aggiunto per qualsiasi progetto. Soprattutto per uno che basa tutto sulla presenza online delle pagine che devono vendere in continuazione.

Pensa al danno che può avere una realtà come quella di un ecommerce nel momento in cui il sito non è raggiungibile proprio nei giorni (o magari per poche ore) in cui si manifesta il maggior interesse del pubblico per eventuali acquisti. Avere un support presente 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e 365 giorni l’anno è un punto indispensabile del tuo servizio hosting. Ma non basta, devi puntare in alto.

D’altro canto devi pensare a ciò che deve andare oltre l’assistenza stessa, vale a dire la tranquillità di avere sempre un backup attivo. Giornaliero? Un buon hosting per ecommerce dovrebbe avere l’opzione oraria, in modo da ripristinare le situazioni specifiche.

Cerca un hosting per siti web veloci e rapidi

Dopo l’aspetto della sicurezza e del support si può affrontare il tema delle caratteristiche tecniche per avere una buona velocità di caricamento delle pagine web. Come ben sai la rapidità con cui si caricano le risorse – in particolar modo e categorie prodotto e le schede – è un aspetto decisivo.

In primo luogo l’ottimizzazione SEO di una pagina web abbraccia questo dato, è lo stesso Google a sottolineare che la velocità di caricamento delle pagine è un fattore di posizionamento.

Questi aspetti fanno parte della buona user experience e quindi della soddisfazione utente. Ogni secondo perso ad aspettare il caricamento della pagina sono potenziali visite che lasciano il sito. E quindi vendite in meno. Per evitare questo risultato devi lavorare su diversi fronti, uno di questi è l’hosting.

Per avere dei riscontri conviene fare una lista dei servizi hosting che ti interessano e consultare il supporto per avere delucidazioni. E magari delle prove concrete delle prestazioni che possono offrire.

Da leggere: come ottimizzare una scheda ecommerce

Hosting per ecommerce: la tua opinione sul tema

Senza dubbio la necessità di scegliere un buon hosting per il tuo negozio online è uno dei punti imprescindibili che non dovrebbero mai mancare nelle riflessioni di chi decide di aprire un ecommerce. Spesso questa scelta viene presa a cuor leggero, ma non è questo il mio consiglio. Anzi, prenditi qualche settimana in più per valutare e telefonare le varie aziende che offrono questi servizi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *