Come migliorare le immagini del tuo blog

Hai deciso di migliorare i tuoi articoli, di pubblicare contenuti facili da leggere e da condividere. In poche parole vuoi sfruttare a 360 gradi i post pubblicati sul tuo blog.

Perfetto. Il consiglio è semplice: devi iniziare dalle immagini, perché un contenuto di qualità non si determina solo dal testo che hai pubblicato ma anche dal materiale visuale che arricchisce un articolo.

immagini

Scegliere e inserire le immagini in un post può sembrare un’attività semplice, immediata. Ma racchiude piccole attenzioni che possono fare la differenza. Ecco qualche consiglio utile che ti aiuterà a scegliere e posizionare le immagini dei tuoi post migliori.

Scegli la qualità

Il primo punto da rispettare: le immagini del tuo blog devono essere di buona qualità, non sfocate ma soprattutto belle da vedere e pertinenti con il contenuto. Una foto piacevole ma staccata da quello che hai scritto non funziona. Stesso discorso o veramente per una foto in tema ma sfocata.

Dove si trovano queste immagini? Le puoi scattare o creare tu, le puoi acquistare su uno dei tanti archivi di stock immagini (i prezzi non sono esagerati), le puoi trovare negli archivi immagini gratuite. I link più importanti:

Immagini gratis o Creative Commons

Siti dove acquistare immagini

Ricorda in ogni caso di rispettare la proprietà dell’autore e di inserire tutti i riferimenti definiti dalla licenza Creative Commons.

Attenzione al codice

Le immagini devono essere curate anche lato codice. Comprimile il più possibile senza rinunciare alla qualità e indica le dimensioni della foto con i parametri HTML: in questo modo migliorerà i tempi di caricamento della pagina. Per individuare eventuali migliorie usa lo Speed Test di Google.

Ancora un punto per migliorare le tue immagini: l’uso delle keyword nei punti giusti. Non si tratta solo di pensare all’ottimizzazione per i motori di ricerca, ma anche alle informazioni che puoi dare ai lettori.

alt

Per questo devi curare l’attributo ALT (ecco un approfondimento di w3school.com) che viene mostrato quando il browser non carica l’immagine, il nome del file di testo, il titolo che compare al passaggio del mouse e la didascalia.

Queste stringhe e queste parole chiave aiutano l’utente a contestualizzare l’immagine all’interno del post. Titolo e didascalie non sono parametri obbligatori ma possono aiutare chi naviga il sito a capire cosa sta guardando.

Piccole e grandi modifiche

Ci sono immagini che hanno bisogno di un ritocco, o magari vuoi arricchire con una citazione famosa. Puoi usare un unico strumento online, comodo e semplice: Picmonkey. Anche nel versione free ti permette di lavorare bene. In alternativa c’è Pixlr.com.

E per le infografiche? Lo sai che le immagini possono aiutare anche a veicolare dati, notizie e numeri? Basta saper lavorare con i programmi di grafica, ma non solo. Ci sono delle applicazioni che ti permettono di creare infografiche online con uno sforzo minimo. Ecco qualche indirizzo:

Lo sai che c’è anche un tool per creare delle immagini interattive? Si chiama Think Link e ti permette di inserire delle note sull’immagine contenenti link, video o semplice testo.

Perché tutto questo?

Arricchire un post con delle immagini è importante. In primo luogo perché le immagini attirano l’attenzione del lettore, hanno il potere di parlare alle emozioni e di portare informazioni: sta a te decidere i parametri giusti per i tuoi lettori.

Poi le immagini spezzano il muro di parole costruito dalle vocali e dalle consonanti del tuo articolo, ma non usarle solo per creare spazio: le immagini devono – come ho già detto – essere contestualizzate. E non scegliere una delle tante immagini stock che trovi nei portali: usa il buon gusto, individua con attenzione quella che si lega semanticamente con l’articolo che stai scrivendo.

Fonte immagine 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *