Affinità di query, l’importanza di tematizzare un progetto

intent-seo

La volta scorsa ho scritto in questo SEO blog di Search Intent, a questo giro invece voglio focalizzarmi sull’affinità di un gruppo di query e/o come definire la tematizzazione di un progetto online e perché è così importante.

Tematizzare un progetto web

Tornando un attimo sulle intenzioni di ricerca dell’utente, abbiamo visto – riprendendo il caso studio sui seggiolini auto – come il contenuto si è posizionato anche (e soprattutto) grazie a una corretta interpretazione della query, rispondendo in toto alle possibili domande che un utente pone al motore di ricerca. La tematizzazione si focalizza proprio sul “pensiero laterale” atto a ricercare le affinità nel contenuto.

Uscendo da una cortina di fumo spessa come una bistecca e andando al concreto, è la motivazione per cui – in quel caso studio – ho dedicato un paragrafo piuttosto consistente alla sicurezza del prodotto. Ok, sono stato aiutato dal fatto che esistessero già delle query specifiche a riguardo ma il vero plus, IMHO è stato approfondire a sua volta il tema della sicurezza in questione che, sia per ricerche mensili che per rilevanza è importante all’interno della query generica.

Chi sta seguendo l’evoluzione del caso, che sto continuando ad aggiornare, avrà notato come un competitor specifico nella SERP “seggiolini auto” sta competendo fortemente (indizio: prima era nella parte bassa della prima pagina) per le prime posizioni dopo aver aggiunto un’intera area dedicata proprio alla sicurezza del prodotto, prima mancante.

Devo dire che la cosa mi fa piacere, perché è un riconoscimento a questa metodologia di lavoro in questa specifica nicchia (ogni query è infatti una competizione a sé).

Compiacimento a parte, è interessante vedere come l’aver allargato un documento con query affini, al contempo ne aumenta la tematizzazione perché si rientra sempre nel gioco di rispondere a tutto tondo alle richieste dell’utente.

Da mono-nicchia a più nicchie?

Si può utilizzare questa metodologia per uscire dalla propria nicchia di riferimento se inizia a stare stretta? Partendo dal presupposto che, se si inizia da zero, un portale generalista (es. ecommerce che vende pianoforti e motori nautici. Non scherzo, tempo fa mi contattò un prospect di questo tipo) e/o poco tematizzato si rischia di fare più fatica del previsto a posizionarsi per tutte le diverse aree; l’ideale è quello di unire due temi che possono avere query in comune.

Es. mi è capitato di lavorare con una fashion blogger con la quale, di comune accordo, abbiamo provato a costruire contenuti legati a una sua passione (la cucina) che però, lato ricerca hanno portato a ben poco. Mentre altri, in un settore ugualmente competitivo come il makeup, si sono posizionati meglio, trovando più punti in comune e query affini con il suo “core” ovvero la moda.

E tu cosa ne pensi? Come allarghi le tue ricerche?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *