6 strumenti indispensabili per mantenere i lettori intorno al tuo blog

Posizionare un sito è importante ottenere traffico e fare in modo che gli individui arrivino sulle tue pagine web. Intorno a questo argomento si sviluppa la materia relativa alla SEO, dall’ottimizzazione on-page alle tecniche off-page. Ma è giusto impegnarsi rispetto al creare un pubblico per il blog, tutto questo per lavorare in modo che le persone arrivino sulle pagine attraverso motori di ricerca e traffico diretto.

Creare un pubblico per il blog

Quindi la presenza di un blog è indispensabile perché può alimentare l’attenzione con contenuti nuovi. Fa parte della natura stessa di questo strumento legato all’inbound marketing. È vero, però, che se lo strumento social resta fondamentale per raggiungere la tua audience, non sempre è possibile contare sul buon esito di una campagna Facebook quando devi creare un pubblico per il blog.

A volte le sponsorizzazioni possono aiutare a ottenere traffico. Anzi, questa è una fonte di traffico che può cambiare la situazione ma non basta. Ci vuole costanza. Ecco perché devi usare metodo per stabilizzare il flusso di utenti. Insomma, come fidelizzare e trasformare il traffico in ingresso in una costante? Ecco qualche consiglio per creare la tua audience.

Da leggere: ottimizzazioni SEO semplici ed efficaci

Seguire gli aggiornamenti di Facebook

Cosa inserire nel pin in alto della pagina Facebook? Qualcosa che ti aiuti a monetizzare o magari un post con le istruzioni per seguire gli aggiornamenti di Facebook e mettere la tua opera sia in primo piano. Quando diventi fan di una pagina, infatti, puoi decidere di mettere in evidenza i contenuti che vengono lanciati da un brand: questo è un buon modo per dare visibilità a ciò che metti online, un’idea vincente per usare la visibilità di Facebook.

Lavora con il feed RSS

Può sembrare una soluzione superata, ma il feed RSS resta ancora uno dei metodi imprescindibili per raggruppare il pubblico intorno alle tue opere. Il feed RSS Invia dei segnali ai vari lettori dedicati a questo scopo, e fa in modo che gli scritti possano leggere ciò che metti sul tuo diario online. Le soluzioni sono due: puoi far l’intero contenuto attraverso il reader.

Oppure puoi inviare solo una preview e portare i singoli sulla pagina web per leggere tutto ciò che hai scritto. Quest’ultima soluzione è preferibile se vuoi che il traffico arrivi sul blog, mentre se hai come obiettivo la soddisfazione della tua platea puoi limitare questo aspetto e inviare l’intero contenuto.

Per ottimizzare l’iscrizione al feed RSS ti conviene inserire un’icona nel sito web, nell’header o nella sidebar. In questo modo tutti i lettori possono visualizzare questa opportunità e decidere se seguirti o meno. Per agevolare questo passaggio usa il servizio Feedburner che trasforma la tua pagina di XML, poco usabile, in una sorta di landing page con tutti i pulsanti per l’iscrizione.

Usa i chatbot per inviare contenuti

I chatbot sono un modo alternativo per distribuire i contenuti? Si potrebbero usare i bot di Messenger per riunire visite intorno al blog? Dipende, non puoi improvvisare: io ho provato questa strada ma ho notato che i contatti sono insofferenti rispetto alle notifiche push. Vale a dire quelle che tu suggerisci nella chat, meglio che siano gli utenti a decidere se leggere qualcosa.

Aggiorna il pubblico via email

Certo, può essere interessante inviare a un gruppo i tuoi articoli via email ma non è semplice. E, soprattutto, non hai il permesso per farlo. Per risolvere questa situazione puoi sfruttare una funzione di Feedburner, il già citato strumento per migliorare il feed del blog. Con questa realtà, gestita da Google, puoi attivare un’opzione che invia il feed RSS nella casella di posta.

feedburner

Il link per lasciare l’email si trova nella pagina generale del tuo Feed RSS gestito da Feedburner, e può essere attivato nel pannello di controllo di questa applicazione che io reputo molto valida. In realtà esistono dei plugin che consentono di ottenere lo stesso risultato, uno di questi si chiama Better Notifications for WordPress ed è molto interessante per aggiornare.

In ogni caso ricorda che la pagina per iscriverti agli update di Feedburner può essere usata con il suo permalink. Condividila sui social e usala nel tuo blog come link nella sidebar o su un’icona.

Notifiche degli aggiornamenti sul browser

Una delle soluzioni più interessanti per portare visite sul tuo blog, e soprattutto Creare un pubblico per il blog, è quella dedicata alle notifiche del browser che riguardano sia il desktop che gli smartphone.

Obiettivo? Assicurarti il messaggio arrivi a chi ha deciso di seguire i tuoi aggiornamenti. Puoi fare tutto questo con diversi plugin WordPress ma io ti consiglio Onesignal: non è invasivo, mette in chiaro tutte le opzioni e funziona alla grande. In pochi mesi sul mio blog ho raggiunto migliaia di follower.

Newsletter da inviare alla tua lista di contatti

Hai già una newsletter ufficiale nel tuo blog? Anche se la usi per altri scopi, magari per un lavoro di email marketing più articolato, puoi condividere i tuoi post in un’ottica di lead nurturing. Con questo termine si intendono tutte le attività che alimentano i contatti attraverso contenuti utili. Nei quali possono rientrare quelli che crei con il tuo blog e risorse esterne di qualità.

newsletter

Una schermata di MailChimp.

Devi pensare sempre al vantaggio che puoi donare alla lista. Programmi avanzati di email marketing, come Mailchimp e Mailup, possono creare dei template molto interessanti per elencare i post. Così puoi definire una sintesi mensile con tutti gli aggiornamenti che hai pubblicato, individuare un argomento interessante e unire in un’unica lista articoli scritti da te e da altre persone per soddisfare un’esigenza.

Per approfondire: comunica il lato umano dell’azienda con il blog

Vuoi creare un pubblico per il blog?

Questo è un punto di partenza indispensabile per lavorare al meglio. Devi creare un pubblico per il blog, e lo devi fare subito. Non puoi permetterti di operare solo con il buon posizionamento SEO. Che resta una priorità, è chiaro, ma lo stesso vale per tutto ciò che ti dà la possibilità di riunire i tuoi seguaci. Sei d’accordo? Lascia la tua opinione nei commenti e aiutami a sviluppare questo tema.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *