Tendenze dell’email marketing 2019: uno sguardo sul futuro

Tendenze dell’email marketing 2019

L’email marketing è uno degli strumenti più longevi e preformanti per acquisire potenziali clienti. Sono circa 2,4 miliardi le persone che usano questa soluzione per comunicare e anche con l’avvento dei social network non ha perso terreno. Ti dico di più: per McKinsey&Company l’email marketing è 40 volte più efficace di Facebook e Twitter.

Non è certo un caso che sia uno dei sistemi più amati dai professionisti che vogliono aumentare il ROI. Tuttavia, per ottenere il massimo e fare la differenza, devi essere costantemente aggiornato. In pratica, devi studiare le principali tendenze dell’email marketing 2019. Diamo uno sguardo al futuro. Che ne dici?

Personalizzazione delle email approfondita

Tra le tendenze dell’email marketing 2019 c’è un aumento della personalizzazione. Inserire il nome e cognome del destinatario non basta più, devi andare oltre se vuoi vendere con le email. Devi fare una segmentazione approfondita e inviare la tua offerta solo ai contatti per cui il tuo messaggio risulta utile.

Non disturbare individui che non hanno interesse verso un certo prodotto-servizio, non aprirebbero il tuo messaggio. Il mio consiglio? Realizza una lista mirata e vedrai che otterrai maggiore attenzione e soddisfazione da parte del potenziale cliente. Che avrà l’impressione di ricevere una comunicazione univoca, dettagliata e ritagliata intorno ai suoi bisogni o preferenze.

Per Marketsource, il 74% degli individui è più coinvolto da email personalizzate. Puoi raggruppare i contatti per comportamento o personalità. E puoi svolgere questo lavoro con la massima precisione sfruttando gli strumenti del marketing automation.

Intelligenza artificiale nell’email in aumento

L’intelligenza artificiale è destinata a migliorare le strategie di email marketing. L’A.I. aiuterà gli addetti ai lavori a prevedere il comportamento dei lead. E sarà più semplice capire come le persone interagiranno di fronte alle comunicazioni.

Ad esempio, diventerà possibile stimare quando un contatto ha intenzione di disiscriversi dalla newsletter list. Anche i chatbot avranno un ruolo di primo piano nel prossimo futuro: verranno usati nelle campagne di email marketing per incentivare le persone a iscriversi alla mailing list.

Continua a creare contenuti di valore

Questa è una delle tendenze dell’email marketing 2019 che si rafforza di anno in anno. Contenuti che rispondono a bisogni, interrogativi e interessi sono sempre apprezzati dagli iscritti al tuo elenco contatti. Perciò condividere i tuoi post sul blog tramite posta elettronica è sempre una buona idea. Secondo i dati 2017 di Content Marketing Istitute, i diari online hanno lunga vita e prosperità: ben il 77% delle persone li legge.

Il tono di voce diventa leggero ma diretto

Il tono di voce nell’email marketing è più colloquiale. Come negli anni precedenti, tra le tendenze dell’email marketing 2019, c’è un progressivo abbandono delle formalità e dell’aziendalese, modi di fare alzano muri invece di accorciare le distanze.Troverà spazio un tone of voice leggero e a tratti ironico. Per valutare come vieni percepito dai tuoi destinatari fai degli A/B test.

Potere ai destinatari!

Quante email sono finite nello SPAM? Tante, troppe. Dopo aver ottenuto l’iscrizione alla newsletter, essere invasivi non serve. Hai lo stesso effetto della pubblicità in televisione, rischi di interrompere un’attività importante oppure ti trasformi in un fastidio da eliminare.

Tendenze dell’email marketing 2019, maggiore personalizzazione

E così, una delle tendenze dell’email marketing è proprio quella di dare un maggiore controllo ai riceventi. Come? Attraverso meccanismi (ad esempio dei moduli) forniti dalle aziende che offriranno alle persone la possibilità di decidere quali tipi di email ricevere e quali evitare.

Per aumentare il coinvolgimento vince la semplicità

Le persone non amano più (e forse non lo hanno mai fatto) messaggi pesanti e pieni di elementi grafici. Anzi, si dimostrano reattive verso comunicazioni semplici e pulite. Se un’azienda manderà un messaggio di questo tipo trasmetterà sincerità, ordine, solidità.

Inoltre, l’utente non avrà l’impressione di aver ricevuto un’email che voglia costringerlo a comprare qualcosa. Però, creare email semplici non vuol dire mettere da parte elementi che possono aumentare il coinvolgimento. Tra le tendenze dell’email marketing 2019 si assisterà all’incremento di gif, emoji, sondaggi, concorsi e call to action per acquistare un prodotto, modificare una lista, ecc.

Per approfondire: 4 metodi per scrivere un oggetto email vincente

Tendenze dell’email marketing 2019

Ancora un trend che da ricordare: le email devono essere responsive. La maggior parte dei messaggi viene letto da uno smartphone, questa non è più un novità. Perciò le comunicazioni devono adattarsi ai dispositivi mobile senza aspettare oltre, il cambiamento è in atto già da tempo.

Queste che ti ho appena descritto sono solo alcune delle principali previsioni, ora lascio a te la parola. Quali saranno le tendenze dell’email marketing 2019? Confrontiamoci nei commenti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *