Quando i link sitewide non fanno male

I link sitewide ovvero, per masticare la parola dei non-addetti ai lavori, quelli presenti in parti replicate del sito (es. la sidebar o il footer), sono uno degli aspetti più dibattuti nella SEO offpage: sono pericolosi? Ad alto rischio di penalizzazione? “No, ma guarda li usano ancora tutti come le agenzie che spalmano link alla propria attività tramite i footer dei clienti” e la conseguente contro-battuta “ma sei pazzo! Così Google penalizza te e tutti i siti per cui lavori!

I link sitewide sono penalizzanti?

Diamine, a questa domanda rispose il buon vecchio Matt Cutts ben tre anni fa, in questo video:

Eppure c’è ancora chi si chiede se i link sitewide facciano male o no e/o invece chi li utilizza con nonchalance, spammando non tanto il nome della propria attività ma vere e proprie anchor text SEO, e se ci scappa anche non a tema!

Sitewide esterni e.. interni

Personalmente ritengo i sitewide esterni da maneggiare con cura, usarli con TROPPA nonchalance di cui sopra può essere davvero rischioso, in quanto sbilancia fortemente un buon equilibrio fra backlink e domini linkanti. Purtuttavia è vero che, se ben piazzato su un sito autorevole e a tema, si rivela essere una carta vincente.

Ad esempio, mi è capitato sul settore immobiliare, di superare grossi competitori di settore per una query davvero interessante e localizzata su Roma…grazie proprio a un link sitewide piazzato (a pagamento, e qui si apre un altro campo di battaglia mica da ridere) su un quotidiano regionale.

Per motivi di privacy non posso esternare come vorrei – e non perché me la voglio tirare, sia chiaro; ma per mostrare – questo caso studio ma i SEO più scafati possono andare ad analizzare le tre-quattro SERP forti del settore localizzato su Roma per farsi un’idea 😉 E si, sono consapevole anche che la SEO non è un rapporto 1 a 1, sono state fatte anche altre attività per migliorare la visibilità del portale in essere, ma credo che quel link sia stato davvero un boost interessante.

Inoltre, e qui è il vero caso in cui ritengo i link sitewide utilissimi, è l’uso dei link interni nelle “parti ripetute del sito” che andrebbe rivalutato. Onestamente lo snobbavo un po’ ma è stato proprio il lavoro su un cliente del settore fashion a farmi ricredere, una situazione pregressa nella quale i contenuti interni mostrati nel sitewide ricevono una spinta davvero interessante e che sto cercando di replicare su altri progetti.

E tu cosa ne pensi dei link sitewide? In che modo li utilizzi?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ciao Ivan, il tuo articolo per me è interessante perché io ho sempre evitato di fare link sitewide proprio per i motivi che hai citato. Quindi per tua esperienza hai avuto benefici da link di questo genere perché fatti su siti autorevoli? Li hai fatti su chiave brand o sulla chiave secca per cui volevi posizionare il sito?
Grazie 🙂

Reply

Ciao Christian 😀

Sono Benedetto, l’autore del post *_*

Ti dirò, nel caso citato li ho fatti con la chiave secca su cui mi volevo posizionare, ma si è trattato solo di quel caso esclusivo, essendo su un sito DANNATAMENTE autorevole. Negli altri casi, se capitasse, userei la query di brand come anche suggerisce il buon Matt 🙂

Reply

Scusa, non avevo letto il nome all’inizio del post… e poi non hai fatto nessuna citazione Jedi, non potevo riconoscerti! 😀 Grazie della risposta Benedetto!

Reply

hhahaha hai ragione:D

Reply

Bell’articolo, interessanti anche i 2 case study che hai vissuto. Io uso poco i sitewide devo dire, o meglio: li uso internamente al sito stesso, in combinazione con il menu di navigazione, per migliorare la UX e di conseguenza anche il posizionamento delle pagine che mi interessano.

I sitewide da link esterni li uso poco, e in linea di massima utilizzo anchor text brand oppure immagini e loghi, a seconda dell’impostazione del sito che ospita il mio link.

Diciamo che uso le cartucce delle anchor text esatte quando ho la possibilità di ottenere un link da un sito a tema e che sia molto autorevole. Questo è valido sia per i sitewide che per i link classici, quelli presenti nel corpo degli articoli.

Reply

Abbiamo lo stesso approccio con le anchor text esatte 😀 non proprio vituperate ma usate solo quando il link è davvero forte, autorevole e a tema 🙂 (come il caso studio immobiliare!)

Reply