fbpx

Molti imprenditori che gestiscono attività legate al web rimangono stupiti quando gli si consiglia di inserire un blog all’interno del proprio e-commerce. Questo perché si associa sempre il blog ad una sorta di diario, ma non è proprio così.

Il blog è un “luogo” all’interno del quale ci si può raccontare, ma è anche un mezzo efficace per aumentare le conversioni di uno shop online.

 

I motivi legati all’efficacia di questo strumento (se gestito in maniera professionale!) sono davvero tanti, vediamone alcuni.

 

  • Il blog può essere un ottimo mezzo per fare customer care.

Molti utenti che navigano sul web, soprattutto quelli sopra i 30 anni, sono molto diffidenti rispetto allo shopping online. Hanno paura ad effettuare acquisti, soprattutto se si tratta di e-commerce che non conoscono. Il blog può aiutare a far aumentare la fiducia degli utenti timorosi. Come? Si può scrivere un articolo in cui vengono spiegate in maniera semplice e chiara tutte le condizioni legate all’acquisto, così da fugare ogni eventuale dubbio o paura di un potenziale cliente. Inoltre si potrebbe stilare anche un articolo con le domande più frequenti rivolte all’azienda (FAQ), sempre relativamente alle modalità legate all’acquisto, fornendo delle risposte accurate. Potrebbe sembrare banale ma non lo è affatto, chi non ha dimestichezza con il web ha necessità di essere rassicurato e l’articolo di un blog scritto in maniera precisa ed esaustiva può aiutare anche l’utente più timoroso a concedere la sua fiducia e ad effettuare un acquisto.

  • Il blog permette all’azienda di mostrare sé stessa.

Ormai il web è pieno di shop online che mettono in vetrina i prodotti in vendita. Se l’utente dovesse basarsi esclusivamente su questo, effettuerebbe i suoi acquisti cliccando sul primo store online che gli si presenta davanti. Un blog ben gestito, invece, può aiutare l’azienda ad aumentare le vendite del prodotto, nonostante ci siano molti competitors, perché riesce a fidelizzare l’utente che si ritrova nei suoi stessi valori. L’azienda, infatti, dovrebbe approfittare della presenza di un blog proprio per raccontare sé stessa e tutte le persone che lavorano al suo interno: le riunioni, lo staff, gli step del proprio lavoro, i momenti più seri ed anche quelli più leggeri. Per far sì che i prodotti o i servizi offerti da uno shop online siano credibili, bisogna che ci si mostri per quello che si è. Questo è l’unico modo per superare la “distanza” che c’è tra l’utente e l’azienda e poter creare un rapporto di fiducia e duraturo.

  • Il blog aiuta il posizionamento sui motori di ricerca.

I testi contenuti all’interno di un blog aziendale devono essere sempre scritti con criterio e devono sempre essere ottimizzati lato SEO. Per scalare la SERP e piazzarsi nella tanto ambita prima pagina di Google, infatti, è necessario pubblicare testi contenenti le parole chiave ricercate e le domande effettuate dagli utenti sul web. Questa non è una operazione semplice, ma se fatta bene può portare vantaggi enormi.

  • Il blog può rivelarsi uno strumento in grado di offrire delle soluzioni ai problemi degli utenti.

Ovviamente la tipologia di problemi e di argomenti deve essere sempre legata all’ambito nel quale si lavora, sarebbe assurdo se il blog di un e-commerce che vende scarpe spiegasse come cambiare, ad esempio, una ruota bucata della macchina. Ma il blog di un’azienda che vende rubinetteria e prodotti per il bagno, può aiutare un utente che non sa come sostituire un rubinetto rotto spiegandogli come fare all’interno di un articolo. L’utente sarà grato all’azienda che lo ha aiutato a risolvere il suo problema e, quasi sicuramente, acquisterà da lei il rubinetto da sostituire.

 

Questi sono solo alcuni dei motivi che dovrebbero spingere un’azienda a creare un blog, ben curato e ben gestito, da inserire all’interno del proprio shop online. Certo, la gestione di un blog aziendale richiede impegno e lavoro, ma i ritorni positivi sono davvero tanti.

Spostare la propria attività sul web espone l’azienda ad un aumento del mercato ma, allo stesso tempo, ad un aumento dei competitors; per riuscire ad emergere bisogna mostrarsi differenti e questo è possibile grazie all’attività di blogging.

 

Hai un e-commerce ma non sai da dove iniziare per affiancargli un blog? Allora contattaci cliccando qui.