fbpx

Inutile nasconderlo, inutile far finta di nulla: lo studio dei competitor è una componente chiave della tua strategia di web marketing. Il punto da sottolineare è che questo tipo di analisi (conosciuta nel gergo come benchmark) non deve diventare una scusa per “copiare” il lavoro altrui.

competitor

Analizzare i competitor vuol dire scoprire e anticipare le mosse delle aziende che si affiancano alla tua per fare meglio, per muoverti in una direzione che gli altri non hanno ancora individuato. In un web sempre più interconnesso e basato sulle dinamiche social non puoi seguire sempre la scia: devi scoprire e disegnare nuovi percorsi.

Devi scoprire e conoscere meglio i competitor. Come? Io ti suggerisco di utilizzare questi tool: sono semplici e in molti casi completamente gratuiti. Devi solo utilizzarli nel modo giusto.

Google

Il primo tool da utilizzare è la ricerca di Google: in questo modo puoi individuare i possibili competitor, e inserirli in una cartella dei preferiti. Oppure puoi aggiungere i blog in una cartella del feed reader (io uso Feedly) in modo da avere sempre sotto osservazione gli aggiornamenti.

Per migliorare la ricerca su Google puoi utilizzare gli operatori, ovvero delle funzioni che ti permettono di eliminare o includere determinati risultati nella ricerca. Per avere una lista dei blog di uno specifico settore, invece, puoi utilizzare strumenti come eBuzzing e Blogbabel. Per una ricerca approfondita nel settore blog, invece, c’è Google Blog.

Twitter

Vuoi “spiare” i tuoi competitor su Twitter? Ti consiglio un paio di trucchi che funzionano sempre. Prima di iniziare assicurati di avere (ovviamente) un account Twitter e uno su Hootsuite, la piattaforma più famosa del web per gestire account social.

Crea una Twitter list con tutti gli account dei concorrenti e inseriscila in una delle colonne Hootsuite. In questo modo puoi avere sotto controllo tutte le conversazioni e gli aggiornamenti. Poi, sempre su Hootsuite, monitora le keyword legate alle persone che stai seguendo in modo da ascoltarne le conversazioni.

Google Alert

Un classico del monitoraggio. Con questo tool puoi ricevere dei report dedicati alle pagine pubblicate in un arco temporale. La scelta delle parole chiave spetta a te, e se vuoi monitorare i tuoi concorrenti probabilmente già sai quali scegliere. Così come per la ricerca, anche su Google Alert puoi utilizzare gli operati per ottimizzare i risultati.

Marketing Grader

Vuoi conoscere tutti i dettagli SEO, Social, Mobile e del blog o del sito web che stai seguendo? Puoi utilizzare il Marketing Grader di Hubspot. Inserisci il link, inserisci il tuo indirizzo email e osserva i risultati nei diversi settori:

  • Blogging
  • SEO
  • Social
  • Mobile
  • Lead Generation

Per ognuno di questi punti c’è una checklist da rispettare. Nella home page, invece, hai un punteggio finale che il tool dà al sito web che hai analizzato. Un tool simile (sotto un certo punto di vista più ricco) è woorank.com, ma se vuoi solo sapere quanti share ha avuto una pagina web ti consiglio linktally.com.

Open Site Explorer

Il punto che ti preme: sapere quali blog hanno linkato i tuoi competitor per individuare qualche risorsa del settore che ancora non conosci. Non è impossibile ottenere questa informazione: devi usare il tool giusto. Io di solito preferisco Open Site Explorer perché i risultati sono chiari e ben ordinati. Come funziona:

Per scoprire i link di un blog puoi anche usare Blogbabel. Se la piattaforma si trova nell’archivio ha anche una voce dedicata ai backlink ottenuti. Vai nella singola scheda e poi nella voce relativa ai link: vedrai, è molto precisa.

SpyOnWeb

Un sito per veri spioni. Inserisci l’url del sito che ti interessa, premi invio e ottieni tutte le informazioni utili: indirizzo IP, Adsense e Analytics IP, Alexa Rank, Page Rank, quanti domini sono legati all’indirizzo IP, DNS Server. Conosci un tool capace di darti di più?

Likealizer

Abbandoniamo per un attimo i siti web e dedicati alla Fan page del tuo concorrente: vuoi sapere cosa ha fatto per ottenere buoni risultati? Vuoi sapere cosa sta sbagliando? La risposta la trovi con questo tool. Likealizer analizza le Facebook Fan Page e individua gli errori, i punti di forza e suggerisce cosa fare per ottenere risultati migliori.

Google Plus

Ultimo consiglio per monitorare i tuoi concorrenti: creare una cerchia in cui inserisci tutti i profili e le pagine che vuoi monitorare. Per osservarne le azioni puoi cliccare sul link che troverai in alto nella home page (in questo modo vedrai solo gli aggiornamenti di quella cerchia) oppure puoi attivare le notifiche della singola cerchia come suggerisce Michaela Matichecchia.

Fonte immagine